Sotto il VulcanoTrail

Campionato  Siciliano di Trail Running
ALTIMETRIA ALTIMETRIA REGOLAMENTO REGOLAMENTO START-LIST

Cogliendo  

l’occasione  

della  

conferma  

del  

secondo  

campionato  

regionale  

di  

Trail

Runnig,   

denominato   

Trail   

Sicilia   

Challenge,   

l’Etna   

Trail   

Asd   

ha   

deciso   

di

confermare  

per  

il  

secondo  

anno  

consecutivo,  

un  

nuovo  

evento  

che  

metta  

in

evidenza  

altre  

bellezze  

del  

nostro  

territorio.  

Organizzerà,  

infatti,  

la  

8^  

ed  

ultima

tappa  

del  

campionato  

siciliano.  

Tappa  

che  

si  

caratterizzerà  

per  

il  

fatto  

di  

mettere

in  

evidenza  

quello  

che  

si  

trova  

“sotto  

il  

vulcano”  

(  

inteso  

come  

ai  

piedi  

dello

stesso),   

dopo   

che   

gli   

altri   

eventi   

organizzati   

ne   

hanno   

enfatizzato   

la   

parte

montana.   

La   

loca   

tion   

scelta   

è   

quella   

di   

Calatabiano   

il   

cui   

posizionamento

geografico  

esprime  

adeguatamente  

il  

concetto  

di  

essere  

  

“sotto  

il  

vulcano”  

come

lo  

intendiamo  

noi.  

Infatti  

il  

suo  

territorio  

è  

compreso  

tra  

il  

margine  

perimetrale  

del

vulcano  

ed  

il  

fiume  

Alcantara,  

il  

cui  

corso  

è  

una  

delle  

manifestazioni  

più  

evidenti

di   

come   

la   

potenza   

del   

vulcano   

abbia   

plasmato   

in   

maniera   

unica   

il   

nostro

territorio.

Il   percorso,   nella   sua   prima   parte   di   salita   (si   va   da   50   mslm   a   circa   780   msl),   si   snoderà   lungo   una   dorsale   collinare che   costituisce   il   primo   promontorio   non   vulcanico   che   si   trova   ai   piedi   dell’etna.   Da   qui   i   corridori   potranno   sempre ammirare   la   maestosità   del   vulcano   godendone   una   vista   che   va   dal   mare   fino   agli   oltre   3000   metri   della   vetta. Nello   stesso   tempo   la   vista   spazierà   lungo   la   parte   di   costa   ionica   che   va   da   Capo   Taormina   fino   all’istmo   di Augusta.   Dopo   questa   prima   parte,   che   porterà   i   corridori   in   vista   dell’abitato   di   Linguaglossa,   inizia   la   seconda parte   della   gara   che   li   porterà   fino   al   fiume   Alcantara.   Tra   tratti   di   discesa   tecnicamente   impegnativa   e   di   ripida salita    verranno    attraversati    versanti    collinari    caratterizzati    da    folti    uliveti    e    resti    di    antichi    terrazzamenti    ed agglomerati   di   case   coloniche   abbandonati,   che   testimoniano   la   laboriosità   di   antiche   comunità   che   con   il   duro lavoro   hanno   strappato   lembi   di   terra   coltivabile   a   colline   a   dir   poco   impervie.   Lungo   questo   tratto   ai   concorrenti   si aprirà   una   fantastica   vista   sul   basso   corso   dell’alcantara   e   sui   paesi   peloritani   che   costeggiano   la   riva   messinese dello   stesso   (Graniti,   Gaggi   e   Trappitello   –   Taormina).   Scesi   nella   zona   pianeggiante   che   costeggia   l’Alcantara, all’altezza   di   Gaggi,   i   corridori   si   troveranno   immersi   nei   lussureggianti   agrumeti   che   costituiscono   la   coltura principale   della   zona.   Da   qui   inizia   la   parte   di   percorso   lungofiume   (   e   non   solo   visto   che   in   alcuni   tratti   ci   si   dovrà bagnare   i   piedi)   che   porta   fino   ai   piedi   della   collina   in   cima   alla   quale   è   situato   il   castello   arabo-normanno   di Calatabiano.   Dopo   una   improvvisa   impennata   di   circa   300   mt   i   concorrenti   affronteranno   una   spettacolare   discesa che   ricalca   il   percorso   della   discesa   di   San   Filippo   (famosa   festa   padronale   di   Calatabiano).   Dopo   circa   26   esaltanti Km l’arrivo!!!